info@manfredoniaexperience.it

La Dolciaria Sipontina

Vivi Manfredonia

La Dolciaria Sipontina

La dolciaria non è sofisticata, molto semplice, è rappresentata dalla “Farrata” che ha ottenuto il marchio D.O.P., scaldatelli, calzoncelli, cartellate, pettole, scariella.

La farrata, rustico che riporta al rito della “confarratio” romana, quando gli sposi spezzavano una pita di farro per sancire l’unione. Nei secoli, è stato il primo cibo che gli sposi mangiavano, subito dopo la prima notte di nozze.

Si preparano due sfoglie rotonde di pasta che racchiudono all’interno un miscuglio di grano macerato precedentemente lessato e privato delle pellicine, ricotta di pecora, maggiorana, pepe e sale. Si spennella la parte superiore con il tuorlo dell’uovo, quindi si inforna. Va tolto quando il guscio è ben dorato.

Gli scaldatelli si preparano con farina, acqua, olio di oliva, sale e seme di finocchio, dopo aver dato la forma rotonda, si cuociono nel forno, anticamente li si faceva prima sbollentare, una volta asciutti si passavano nel forno.

I calzoncelli si preparano con farina , vino e zucchero. Ottenuta la forma di sacchetto, si friggono in olio di oliva, quindi si farciscono con purea di ceci o mostarda  e girati nel vin cotto.

Le cartellate, di ispirazione chiaramente orientale, sono rosette preparate con farina, vino bianco e zucchero, fritte e passate nel miele o nel vin cotto.

Le pettole sono ottenute impastando farina, acqua e sale. Si lasciano lievitare per un po’ di tempo, poi si prendono con le mani bagnate di acqua o olio e,  a straccetti, si friggono in abbondante olio di oliva. Si possono consumare semplicemente o  passate nel vin cotto.

La scariella: dolce pasquale preparato con farina, uova. Di forma rotonda, dopo la cottura in forno, viene farcita all’esterno con glassa al limone condita con confetti mignon.